Dieci consigli per rendere la vostra casa più salutare e accogliente

1. Pulire l’aria.

Prendetevi l’impegno di non fumare. Scegliete di non fumare dentro casa e non permettete agli altri di farlo. E in caso abbiate bambini piccoli, sappiate che sono particolarmente vulnerabili agli effetti del fumo passivo. Scegliete di fumare all’esterno, se lo dovete proprio fare. Passare in un’altra stanza o aprire una finestra non basta per proteggere i vostri bambini dal fumo passivo.

 

2. Qualità dell’aria.

Informatevi sulle previsioni locali sulla concentrazione di ozono, smog e sul materiale particolato. Quando i livelli sono alti, limitate le attività all’aria aperta.

 
3. Eliminare il radon.

Misurate la concentrazione del gas radon nella vostra abitazione con un test kit. Se il risultato del test è 4pCi/L o superiore, informatevi quanto prima sulle misure da adottare per ridurre la concentrazione di gas radon.

 
4. Alcuni prodotti domestici sono tossici.

Usateli con cautela! Cercate alternative a pesticidi e prodotti chimici per la casa. Se dovete utilizzarli, leggete sempre l’etichetta e seguite attentamente le istruzioni. Conservateli sempre in un armadio chiuso a chiave e nei loro contenitori originali.

 
5. Controllare i livelli di monossido di carbonio.

Controllate che tutte le potenziali fonti di monossido di carbonio, come le stufe, siano ben ventilate e funzionali.

 

6. Qualità dell’acqua.

Dovete sempre conoscere la qualità dell’acqua che bevete. Se avete un pozzo privato o consumate l’acqua del rubinetto, fate dei test periodici e leggete i dati che la società che vi fornisce l’acqua mette a disposizione.

 
7. Sbarazzatevi del piombo.

Evitate il più possibile le fonti di piombo. Se la vostra casa è di antica costruzione, provate a testare le concentrazioni di piombo. E se dovete fare una ristrutturazione o fare riparazioni in casa, fate attenzione a non creare polveri di piombo. Tenete i bambini lontani dalla casa quando ci sono in corso lavori di ristrutturazione.

 
8. Limitate i livelli di mercurio

Limitate il consumo di specifici tipi di pesce che contengono alti livelli di mercurio. Optate per una casa senza mercurio – trovare alternative ai termometri al mercurio o mercurio utilizzato per pratiche culturali o spirituali.

 
9. Troppo sole non fa bene.

Copritevi, utilizzate una crema con SPF 15 o più alto e rimanete dentro nelle ore più calde per evitare i danni derivanti dai raggi UV. Fate un piano quando fuori ci sono temperature estreme: preparate i cibi, bevande e indumenti ideali per temperature troppo fredde o calde, pensate ai luoghi pubblici, dove andare per sfuggire alle temperature troppo elevate/basse e dove potete chiedere aiuto se ne avete bisogno.

 
10. Lavarsi le mani.

Tenete la sporcizia fuori. Toglietevi le scarpe prima di entrare in casa. Lavatevi le mani poiché non esiste regola più semplice ed efficace per proteggere la propria salute e quella degli altri. Inoltre avere le mani pulite è il primo passo per ridurre il rischio di infezioni virali e batteriche, specialmente d’estate quanto per via del caldo il rischio di contaminazioni e infezioni è più alto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *